Un altro blog di Pieru?

pieru che in Finlandese rende l’idea …

Anti-contaminazione

Noi ridiamo e scherziamo ma intanto la tecnologia avanza inarrestabile, ci ha dato internet, i social network, i blog, i telefoni cellulari e gli smartphone ma ci ha dato anche tante cose positive, a tutti quelli che sognano un ritorno ai valori bucolici dei tempi che furono mi permetto sempre di ricordare che, sì, tanti anni fa non c’era facebook e non c’era la posta elettronica ma dal punto di vista sanitario le cose stavano peggio, molto peggio.

Il mondo è bello perchè è vario, abbiamo la libertà di opinione e uno vale uno con tutte le conseguenze che questo porta: i negazionisti, gli sciachimisti, i terrapiattisti e tutti i movimenti no-qualcosa che hanno in comune il “no”, portandolo avanti come un feticcio, come se il dire di no a tutto garantisca sicurezza e stabilità.

Faccio molta fatica ad accettare i preconcetti, siano questi per il “no” o per il “sì” ma obiettivamente i cosiddetti novax faccio fatica a capirli. La scienza medica ha fatto passi da gigante e ci ha portato a vivere molto più a lungo e molto meglio, questo non significa che bisogna accettare indiscriminatamente qualsiasi progresso o presunto tale ma che, secondo me, bisognerebbe in molti casi avere l’umiltà di ascoltare il parere degli asperti, di quelli che si fanno il mazzo con la ricerca, dei dottori e dei tanti tecnici che lavorano faticosamente attorno al sistema sanitario, inteso come ambiente che ci ha portato a vivere meglio, molto meglio, rispetto ai “bei tempi”.

Ci sono aziende che preparano farmaci, aziende che si occupa di garantire che alcuni ambienti siano privi di contaminazioni, ci sono medici e ricercatori… sono tantissimi, sono esseri umani, non sono infallibili ma bollare un intero settore con termini “big pharma” mi pare una bestialità colossale. Sono tutti complici? Dal premio nobel a chi si occupa di decontaminazione? Possibile che siamo diventati tuttologi? E’ facile mettere un’etichetta a un’industria o a un settore, sparare sentenze e dimostrare sempre e comunque mancanza di fiducia ma è giusto? E’ la cosa più intelligente da fare (soprattutto quando si parla della salute)?

Annunci

aprile 17, 2019 Posted by | Markettting | | Lascia un commento

Vado a lavorare al tornio

Un milionicino di anni fa, quando ero giovane, quando si voleva dire che uno aveva sbagliato mestiere si usava l’espressione “datti all’ippica”. Quando si voleva parlar male di qualcuno ed evidenziare le sue carenze intellettuali si diceva “braccia rubate all’agricoltura”. Si potrebbe aprire un lungo dibattito sul classismo celato dietro queste espressioni, quello che però mi affascina è l’obsolescenza del concetto stesso.

L’ippica adesso mi sembra un settore altamente tecnologico, non dico che serve una laurea in biologia molecolare per diventare professionisti ma credo che ci manchi pochissimo.

L’agricoltura è diventata sofisticatissima, dal punto di vista meccanico, chimico, biologico. Gli agricoltori di successo sono pluri-laureati ed hanno comunque una preparazione notevolissima.

Mi era rimasto un ultimo baluardo, anche in questo caso una reminiscenza di gioventù, in fondo al cuore pensavo: se tutto va male posso sempre provare a fare il tornitore, la buona volontà non mi manca, lavoro un numero di ore che Stakanov levati quindi almeno lì posso farcela, potrebbe essere un lavoro adatto alle mie limitate capacità mentali. Invece pare proprio di no, pare che una moderna torneria sia parecchio diversa da come me la ricordavo e come la immaginavo, un tornio moderno sembra una camera di decompressione istallata su un’astronave più che una macchina rumorosa ma semplice… anche questa strada mi è preclusa, dovrò trovare un altro piano B.

marzo 20, 2019 Posted by | Varie | | Lascia un commento

La carta infinita

Quante volte capita di lavarsi le mani e scoprire che l’asciugamani non funziona, che la carta è esaurita o che è bloccata, il rotolo è finito eccetera.

Questa start up americana ha trovato la soluzione: ecologica al 100%, non consuma energia, non richiede uso di detersivi, la manutenzione è pochissima e i clienti non si troveranno mai di fronte al rotolo esaurito.

gennaio 30, 2019 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

Il bello del fai da te

ti-budesh-smeyatca-nad-etim-15

Ci sono un sacco di lati positivi nel “fai da te”: si risparmia, si impara a fare qualcosa di nuovo, ci si diverte e per chi ha troppo tempo libero ci si tiene occupati.

Tra i tanti vantaggi c’è anche quello di riscoprire il rapporto con i figli e arricchire il proprio vocabolario.

settembre 5, 2018 Posted by | Ridere | , | Lascia un commento

Il rispetto per i ciclisti

Come (quasi) tutti gli automobilisti odio i ciclisti. Tranne quando vado in bici ovviamente. Non posso che approvare questa soluzione di viabilità stradale, innovativa, pratica e molto selettiva (nel senso di selezione artificiale della specie).

PS: ci sono ottime probabilità che questo sia l’ultimo post del 2017, altro anno orribile. Non c’è che da sperare che l’anno prossimo sia migliore, buon anno a tutti e tre i lettori di questo sito!

dicembre 29, 2017 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

Gelato al cioccolato

Pseudo cornetto al cioccolato, va bene, ottimo tentativo. Però il cioccolato l’hanno messo nel punto sbagliato, non è esattamente la stessa cosa e la differenza non è puramente estetica.

novembre 29, 2017 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

Su e giù, su o giù?

Non il titolo di un film porno (ne ho visti di migliori, molto migliori) ma tanta confusione in questo cartello. Oddio, magari per chi deve usare quel pulsante è tutto chiaro, ai non iniziati sembra un avvertimento quanto meno esoterico.

ottobre 25, 2017 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

Coca o pepsi

Posso anche capire che ci sia un po’ di confusione tra coca e fanta dato che sono due bibite della stessa famiglia, tra coca e pepsi però c’è solo tanta rivalità. L’errore nel confezionamento non è esattamente trascurabile.

 

settembre 27, 2017 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

La scuola circense

Il semaforo non ha l’indicazione sottosopra. La foto è stata scattata a un incrocio nei pressi della scuola circense dove, nella maggior parte dei casi, gli studenti camminano sulle mani, a testa in giù, per tenersi in allenamento. L’indicazione è quindi stata montata correttamente.

agosto 29, 2017 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

Poche idee ma confuse

State tranquilli, non ho deciso di cominciare a parlare di politica, non ho la competenza e soprattutto la voglia di occuparmi di temi importanti e nemmeno di temi troppo frivoli e inutile che preferisco lasciare ai professionisti del settore. In questo caso volevo solo commentare la foto qui a lato che lascia l’utente piuttosto perplesso… immagino.

luglio 19, 2017 Posted by | Ridere | | Lascia un commento