Un altro blog di Pieru?

pieru che in Finlandese rende l’idea …

Ci sei quasi riuscito

Sei un lavoratore con un compito difficile, devi mettere un albero in un buco.

Il principio dovrebbe essere chiaro un po’ a tutti, almeno quelli che hanno una certa età.

Un oggetto lungo e un buco… semplice no?

Annunci

aprile 24, 2019 Posted by | Ridere | | 1 commento

L’asso della lavatrice

lavatrice

Come molti uomini non ho un gran bel rapporto con la lavatrice. Finchè si tratta di lavare le lenzuola o i capi bianchi in generale non ci sono problemi ma appena c’è qualcosa di più sofisticato comincio a fare danni.

Niente a confronto con l’utente di questa lavanderia, sicuramente un uomo, l’asso della lavatrice!

aprile 3, 2019 Posted by | Ridere | , | Lascia un commento

Freddo porco

Fa un freddo porco, dalle mie parti non c’è la neve per fortuna ma da altre parti non sono così fortunati.

In Canada in particolare di neve ne hanno parecchia, a volte troppa e sono piuttosto avanti con la capacità di gestirla.

marzo 27, 2019 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

La razza sorridente

Onde evitare spiacevoli malintesi chiarisco subito che con il titolo del post non mi riferisco alle razze umane ma alla razza nel senso ittico del termine. Se ancora non avete capito guardate meglio la foto pubblicata: avete mai visto un pesce sorridente? No, i cartoni animati Disney non contano!

marzo 13, 2019 Posted by | Ridere | , | Lascia un commento

Il tetto apribile

tetto apribile

Per chi soffre di claustrofobia l’automobile può essere un luogo poco piacevole, il tetto apribile aiuta a viverla meglio, sembra di respirare meglio e diminuisce la sensazione di soffocamento.

Certo, questo optional ha le sue controindicazioni: bisogna ricordarsi di chiuderlo, soprattutto se si abita in Canada.

marzo 6, 2019 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

Cuffie bluetooth

Da quando la Apple ha messo in commercio il nuovo modello di i-phone tanti dei suoi fedeli sono rimasti disorientati: dopo aver investito cifre notevoli per cuffie di ottimo livello di fronte all’assenza di spinotto sono rimasti spiazzati.

La donna della foto è un classico esempio, probabilmente non ha le idee molto chiare sul funzionamento della connessione bluetoth.

febbraio 27, 2019 Posted by | Ridere | | 1 commento

Buon compleanno, Fido

Nella mia famiglia c’è una gatta e mai potremmo permetterci il lusso di avere un cane. Lusso non è la parola adatta, non è un problema di costi ma di tempo o meglio, per essere totalmente onesti, di pigrizia. L’idea di portare a spasso il cane tre volte al giorno mi mette un’ansia pazzesca e non vorrei mai che un membro della famiglia fosse infelice e quindi, per tagliar corto, niente cani. Il cane della foto però sembra immensamente felice, non mi sembra strano che abbiano organizzato una festa di compleanno (lo abbiamo sempre fatto per la nostra gattina), però non avevo mai visto un cane sorridere.

febbraio 13, 2019 Posted by | Ridere | , | Lascia un commento

Caramelle gommose

caramelle gommose.jpgPersonalmente non mi piacciono le caramelle e in particolare quelle gommose. Avendo una figlia ancora piuttosto piccola non faccio fatica ad immedesimarmi nel proprietario della macchina di questa foto, mi sembra quasi di sentire le bestemmie.

Non è una buona idea lasciare le caramelle gommose sul sedile, d’estate, a Malta.

febbraio 6, 2019 Posted by | Ridere | , | Lascia un commento

La carta infinita

Quante volte capita di lavarsi le mani e scoprire che l’asciugamani non funziona, che la carta è esaurita o che è bloccata, il rotolo è finito eccetera.

Questa start up americana ha trovato la soluzione: ecologica al 100%, non consuma energia, non richiede uso di detersivi, la manutenzione è pochissima e i clienti non si troveranno mai di fronte al rotolo esaurito.

gennaio 30, 2019 Posted by | Ridere | | Lascia un commento

All’asilo

Personalmente non ho bellissimi ricordi dei tempi dell’asilo, forse perchè ero quasi sempre malato. Uno dei momenti che più odiavo era quello delle foto: ai miei tempi si facevano un paio di volte all’anno al massimo, per Natale e per la fine dell’anno ed era una tortura. Non sono neanche servite a mantenere i contatti tra i bambini, almeno non nel mio caso dato che ho perso di vista tutti i miei compagnucci dell’epoca (no, non ho nessuna intenzione di cercarli su facebook, non ho un profilo facebook, mi sono cancellato).

Guardando questa foto mi chiedo se il problema non fosse nelle maestre più che nell’asilo in sè ma non c’è da stupirsi, io andavo dalle suore.

gennaio 23, 2019 Posted by | Ridere | Lascia un commento